Home » ACQUISTA ON-LINE » SPETTACOLI TEATRO e MUSICA » “Atlas Coelestis” a cura del pianista e compositore maestro Giovanni Renzo

“Atlas Coelestis” a cura del pianista e compositore maestro Giovanni Renzo

“Atlas Coelestis” a cura del pianista e compositore maestro Giovanni Renzo

ARB associazione culturale ha l'onore di accogliere il concerto “Atlas Coelestis” a cura del pianista e compositore maestro Giovanni Renzo
- sabato 14 aprile ore 21
- domenica 15 aprile ore 18
quota di partecipazione € 10
massimo 50 posti necessario prenotare attraverso mail info.arb.service@gmail.com o messaggio al n. 335.7841234
 
 
“Atlas Coelestis” è una raccolta di composizioni concepite come un’esplorazione del cosmo, un viaggio musicale nello spazio e nel
tempo che ha come punto di partenza la notte del 7 Gennaio 1610, data in cui Galileo punta al cielo il telescopio appena costruito e scopre che attorno a Giove gravitano quattro astri, sconvolgendo così la concezione geocentrica dell’universo aristotelico.
Da ciò prende avvio un viaggio che, attraverso le note, porta fino ai più remoti confini dello spazio.
Dopo il preludio, Incanto, che descrive il senso di stupore provato davanti alla volta celeste, Atlas Coelestis, metamorfosi in partitura della mappa stellare che riproduce l’aspetto del cielo osservato
da Galileo in quella storica notte. Orionis Nebula è dedicato all’immenso ammasso di gas in Orione in cui si stanno formando nuove stelle, mentre con Pulsar ci addentriamo sempre più, nelle profondità dei suoni archetipi, nelle meraviglie del cosmo, accompagnati dall’esatta scansione ritmica della prima pulsar
scoperta nel 1967 da Jocelyn Bell. Siamo infine irrimediabilmente attratti dal buco nero di Cygnus X-1, sorgente di raggi X nella costellazione del Cigno, che ci risucchia in uno dei più grandi
misteri dell’universo: cosa c’è al d i l à d i u n b u c o n e r o ?
L’annullamento dello spaziotempo in una dimensione unica e
contemporaneamente multipla?
Una strada verso universi paralleli? Un tunnel spaziotemporale?
Il big bang di un n e o n a t o u n i v e r s o i n u n o stratificato “pluriverso”? Astrorum nexus è ispirato alle stupefacenti immagini catturate dall’Hubble Space Telescope, e con Lontano, sempre più lontano... si conclude il viaggio musicale nel cosmo, accompagnati dalle note di Bach contenute a bordo della sonda Voyager che solca gli spazi interstellari perdendosi nelle profondità del cosmo, nell’infinito e ancora oltre.
“Atlas Coelestis” è una performance multimediale: un concerto per pianoforte, computer e video con animazioni ed immagini legate agli eventi astronomici descritti in ciascuna composizione.
Lo spettacolo è concepito come un vero e proprio evento di carattere scientifico-musicale, dal forte impatto visivo: i video che accompagnano la musica, curati dallo stesso autore insieme all’astronomo Gianluca Masi del Planetario di Roma, ricreano negli spettatori la sensazione di un viaggio nell’universo.
“Atlas Coelestis” è stato presentato presso importanti festival ed istituzioni scientifiche come il Planetario e Museo Astronomico di Roma, il Planetario di Modena, il Laboratorio di Scienze dell’Ambiente di Pontassieve (Firenze), l’Università di Messina, il
Premio Pitagora di Crotone, il Festival delle Scienze di Roma, il Festival “5 Giornate per la Nuova Musica” di Milano, l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte, il Festival Liszt di Bellagio, il Teatro Rossetti di Trieste, l’evento Costellazioni di Putignano, il
Museo Archeologico di Aquileia, il Festival Guido D’Arezzo di Arezzo, lo Slow Flute Festival di Salsomaggiore e pubblicato su importanti riviste scientifiche come Coelum e Le stelle.
Nel 2008 la casa editrice Mesogea ha pubblicato il libro con dvd audio-video “Atlas Coelestis – la musica e le stelle”.
 
CURRICULUM - Giovanni Renzo
Nato a Messina nel 1962, si diploma al Conservatorio “Corelli” della sua città natale in Pianoforte Principale nel 1986, perfezionandosi in seguito a Roma con Martin Joseph, ai Seminari Nazionali di Musica Jazz di Siena con Enrico Pieranunzi e Bruno Tommaso, alla
Berklee Summer School di Perugia con Bud Fredman in composizione e orchestrazione, e all'Accademia Musicale Chigiana di Siena con Ennio Morricone e Sergio Miceli in musica per film.
Il suo esordio professionale avviene nel 1979 in qualità di
pianista jazz. Nel 1986 forma un trio che ha al suo attivo, tra l'altro,
collaborazioni con Paolo Fresu, G i a n l u i g i Tr o v e s i , G i u l i o
Capiozzo, Bradley Wheeler, Robin Kenyatta, Faisal Taher.
Fonda e dirige, inoltre, la Messina Jazz Orchestra nel 1994.
Si esibisce regolarmente in concerti e festivals in tutta Italia,
alternando l'attività concertistica a l l ' i n s e g n a m e n t o e a l l a
composizione.
Partecipa nel 1996 al 50° Fringe Festival di Edimburgo, esibendosi per tre sere alla Demarco European Art Foundation con lo spettacolo “Partitura per sangue e anima”.
Sempre nel '96 ha ultimato la composizione dell'opera "La distanza della Luna", ispirata all’omonimo racconto di Italo Calvino, andata in scena in prima assoluta nel Gennaio '97 al Teatro V. Emanuele di Messina e replicata con grande successo in varie edizioni, fino alla più recente al Teatro Antico di Taormina per Taormina Arte 2007 con la voce recitante di Arnoldo Foà e l’Orchestra Sinfonica del Mediterraneo diretta dal M° Fabio Ciulla.
Con la composizione “Le tempeste” ha vinto nel 1999 la terza edizione del Concorso Nazionale di Composizione Pianistica indetto dall’Associazione Culturale “De Musica” di Savona.
Nel gennaio 2002 va in scena la performance multimediale "Il gabinetto del dottor Caligari", liberamente ispirata all'omonimo film di Robert Wiene, con la Compagnia Virgilio Sieni Danza.
Nel 2004 ha ultimato la composizione di “Atlas Coelestis, la musica e le stelle”, presentato con grande successo presso importanti Istituzioni concertistiche e scientifiche (Planetario di Modena, Planetario di Roma, Laboratorio di Scienze dell’Ambiente di
Pontassieve, Università di Messina, Premio Pitagora di Crotone, Festival delle Scienze di Roma, Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Festival Liszt di Bellagio, Teatro Rossetti di Trieste), segnalato sulle riviste scientifiche “Coelum” e “Le stelle” e pubblicato
per le Edizioni Mesogea (libro con Dvd).
Dal 2010 è protagonista del “Cosmic Concert”, evento commissionato da Astronomers Without Borders in occasione del Global Astronomy Month e trasmesso in diretta streaming in tutto il mondo.
Per il cinema ha al suo attivo la realizzazione ed esecuzione dal vivo di musiche per film muti (Aurora di Murnau, Il gabinetto del dottor Caligari di Wiene su commissione dell’Ente Teatro di Messina, Musica classica di E. Kennedy con Laurel e Hardy, Cops di Buster Keaton, Viaggio alla Luna di G. Melies, Cenere di Febo Mari con Eleonora Duse, Il fantasma dell’Opera di Rupert Julian con Lon Chaney su commissione del Festival del Cinema di Taormina); composizione di colonne sonore e collaborazioni con i registi
Francesco Calogero (Visioni private), Anne Riitta Ciccone (L’amore di Màrja), Citto Maselli (ripresa teatrale di Codice privato), Nanni Moretti; collaborazione con il Festival del Cinema di Taormina.
Ha composto le musiche di scena per oltre una ventina di spettacoli,
collaborando, tra gli altri, con Ninni Bruschetta, Giancarlo Sammartano, Donato Castellaneta, Maurizio Marchetti, Walter Manfrè, Duilio Del Prete, Amanda Sandrelli, Giancarlo Giannini, Arnoldo Foà.
Ha ottenuto la Menzione Speciale d e l l a G i u r i a a l C o n c o r s o Internazionale di Musiche per Film “Mario Nascimbene Award 2006”. L a s u a p r i m a i n c i s i o n e , "Eclisse” (1989, vinile) raccoglie composizioni per piano solo. Sono seguiti i Cd “La distanza della Luna” (pubblicato in due diverse edizioni, 1996 e 2007), “Il mare” (2001) registrato dal vivo con Paolo Fresu ed il
Quintetto “Suono e Ritmo”, “Infanzia” (2008) e “Racconti per pianoforte” (2010, anche in formato ebook), ancora per piano solo.
E’ socio del Centro di Musica Contemporanea di Milano che ha promosso l’esecuzione e la registrazione di composizioni per pianoforte e per orchestra.
Ha ricoperto l’incarico di Direttore Artistico del Teatro Vittorio Emanuele di Messina da luglio 2014 a gennaio 2017, realizzando produzioni liriche, sinfoniche, danza.
Recentemente Renzo è stato inserito nel blog spagnolo “Los mejores pianistas del mundo” tra i migliori pianisti del mondo, in particolare per l’originalità del lavoro su musica e

ID: {[product.custom_product_id]}

Scegli la variante

{[prod_qty*product.prezzo_lordo/100|currency:"€ "]} {[prod_qty*product.prezzo_finale/100|currency:"€ "]} invece di {[prod_qty*product.prezzo_iniziale_lordo/100|currency:"€ "]} {[prod_qty*product.prezzo_iniziale/100|currency:"€ "]}

-{[product.valore_offerta/100]}%

Potrebbero interessarti
  • 19 maggio ore 21

    19 maggio ore 21 "Accenti del Sud" con Vittoria Micalizzi e Sergio Silipigni

    € 10,00

  • venerdì 25 maggio ore 21 da ARB Le Vie dei Colori - Tributo a Claudio Baglioni

    venerdì 25 maggio ore 21 da ARB Le Vie dei Colori - Tributo a Claudio Baglioni

    € 10,00

  • TURISTA PER SEMPRE  sabato 26 maggio ore 21 e domenica 27 maggio ore 18

    TURISTA PER SEMPRE sabato 26 maggio ore 21 e domenica 27 maggio ore 18

    € 10,00

  • sabato 31 marzo NOVECENTO il testo di Baricco con Francesco Bonaccorso

    sabato 31 marzo NOVECENTO il testo di Baricco con Francesco Bonaccorso

    € 10,00

  • SudSona in concerto sabato 28 aprile ore 21

    SudSona in concerto sabato 28 aprile ore 21

    € 10,00